22 Settembre 2020
[]
[]
News&Eventi

Informativa riguardante il sequestro dei viadotti della A14 e relative istruzioni operative

Prot. 2262/19/ASSOTIR

Cari Colleghi,

in merito ai problemi sollevateci da alcune nostre imprese associate, relativi alla chiusura al traffico delle corsie regolari di marcia e di emergenza, su ben 13 viadotti della A14 – Autostrada Adriatica, predisposta da Società Autostrade S.p.a., a seguito dell’adozione di un decreto di sequestro preventivo, adottato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino, sono a comunicarvi che nella giornata di mercoledì 20 novembre u.s. si è tenuto un tavolo di confronto, convocato dal Prefetto di Ascoli Piceno, Dr.ssa Rita Stentella, nel quale Assotir e le altre associazioni, rappresentanti le realtà economiche locali, hanno avanzato alcune ipotesi di soluzione delle numerose problematiche che coinvolgono gli autotrasportatori che percorrono quotidianamente i tratti oggetto di sequestro.

Tra le criticità discusse Assotir ha evidenziato al Prefetto, ed alle altre autorità presenti al tavolo, tra cui la Polstrada, come allo stato attuale, lungo le arterie della A14, risulti complicato per gli autotrasportatori rispettare i tempi di guida e di riposo, così come previsti dal Regolamento CE 561/06.

A tal proposito, il comando della Polizia stradale di Ascoli Piceno, accogliendo la proposta avanzata da Assotir e pur essendo nell’impossibilità di emanare una specifica circolare, ha manifestato la disponibilità a creare un coordinamento con gli altri organi di polizia stradale affinché non venga elevato alcun verbale a tutti quei conducenti di mezzi pesanti che, trovandosi nell’impraticabilità ad effettuare le interruzioni alla guida, a causa di eventuali code determinatesi lungo i sopracitati viadotti della A14, potranno ricorrere all’annotazione sul retro del foglio di registrazione delle attività del conducente, stampato dal cronotachigrafo, per segnalare tali ipotetiche criticità ed effettuare l’interruzione alla prima area di sosta attrezzata e disponibile ad accogliere il mezzo.

Si potrà ricorrere a tale deroga, prevista tra l’altro dall’art.12 del Reg. 561/06, anche più volte durante lo stesso viaggio e, conseguentemente, per più viaggi effettuati durante la settimana, contrariamente a quanto stabilisce il Regolamento stesso.
Si precisa che tale soluzione, se adottata correttamente, non farà incorrere il conducente e l’impresa di trasporto in sanzione ma avrà validità limitatamente al territorio nazionale.

La stampa delle attività del conducente, comprensiva delle annotazioni inserite sul retro del foglio, dovrà essere esibita alla Polstrada in caso di controllo e conservate dall’impresa come qualsiasi altra attività del conducente oggetto di verifica ogni ventotto giorni ed ogni novanta.

Infine, qualora venisse comunque elevato un verbale ai conducenti dei mezzi pesanti che avessero percorso i tratti critici della A14, nonostante la corretta applicazione della deroga e le rassicurazioni forniteci dalla Polizia stradale di Ascoli Piceno, vi prego di segnalarci tali condotte al fine di avvisare nell’immediato l’autorità prefettizia che provvederà ad effettuare i controlli del caso e segnalare l’accaduto agli organi competenti.

Sotto quest’ultimo aspetto, in caso di elevazioni di verbali a vostro carico ricordiamo che restiamo a disposizione per eventuali elaborazioni di istanze in autotutela alle autorità competenti all’indirizzo mail legale.sistema@assotir.it

Cordiali Saluti




Fonte: Assotir

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]