19 Settembre 2020
[]
[]
News&Eventi

Progetto “Smart Car – operatore alla riparazione dei veicoli a motore – indirizzo: riparazioni parti meccaniche ed elettromeccaniche del veicolo a motore” - 14/10/2019

Le Società Valiani Giuliano & Figli S.n.c. e Valiani Carrozzerie Industriali S.r.l. hanno sottoscritto con l'Agenzia Formativa FO.RI.UM. di Santa Croce sull'Arno, una convenzione per il periodo aprile 2018 - aprile 2019 relativamente al Progetto “Smart Car – operatore alla riparazione dei veicoli a motore – indirizzo: riparazioni parti meccaniche ed elettromeccaniche del veicolo a motore”.

L'obiettivo di detto progetto, finanziato dalla Regione Toscana, è quello di realizzare un percorso per l'assolvimento del diritto/dovere di ragazzi minori per il conseguimento della qualifica di “Tecnico Meccatronico” ed ha la durata di 2.100 ore totali, comprensivo di uno stage della durata di 800 ore, suddivise in 400 il primo anno e 400 il secondo.

Otto sono stati i ragazzi che hanno effettuato lo stage presso il Gruppo Valiani, supportati dal tutoraggio del Direttore della Carrozzeria e della Carpenteria, Bacchi David, e dal Capo-Officina, Ammutinato Luigi.

Questa esperienza ha rappresentato per l'intero personale del Gruppo Valiani un'occasione di crescita umana e professionale, e quindi ha costituito un valore aggiunto molto importante. Diversi sono stati i momenti di confronto e di verifica sull'operato degli stagisti, durante i quali sono stati messi in evidenza sia i progressi da loro fatti sia i correttivi da applicare per un loro migliore e più efficace inserimento nel mondo del lavoro vero e proprio.

Infatti, a conclusione dell'esame finale, che si è tenuto nel mese di settembre 2019, alla presenza di funzionari della Regione Toscana, sono stati espressi sia da questi ultimi sia dai titolari del Gruppo Valiani considerazioni di soddisfazione che hanno indotto questi ultimi ad intraprendere un investimento occupazionale per molti degli otto ragazzi che hanno effettuato lo stage.

La sfida, che è stata superata, è stata proprio quella di arrivare ad una migliore inclusione sociale e lavorativa per soggetti drop out, che altrimenti si sarebbero quasi sicuramente trovati in una situazione di disagio.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]