11 Agosto 2020
News&Eventi

Un truck village nel Cuoio, l'idea piace alla Regione

Un truck village nel comprensorio del Cuoio, questo è stato uno dei punti fondamentali dell’incontro tra Assotir guidata da Claudio Donari, le società Valiani rappresentate da Alessandro Valiani e l’assessore regionale alla viabilità Vincenzo Ceccarelli di mercoledì 28 agosto. Uno spazio di sosta con tutti i comfort per gli autisti di mezzi pesanti che transitano nelle aziende del comprensorio, un punto nevralgico per le comunicazioni e i trasporti.

L’idea del truck village non nuova: già lo scorso 6 aprile in un convegno a Santa Croce sull’Arno era stata avanzata l’ipotesi per garantire una guida in sicurezza. Adesso la Regione ha nuovamente accolto positivamente l’idea e si è resa disposta ad avviare il confronto con i comuni coinvolti e a cercare investitori privati. Presto si attende una calendarizzazione delle singole tematiche affrontate.

Al centro dell’incontro anche la strada di grande comunicazione Fi-Pi-Li: dai problemi infrastrutturali connessi alla FI-PI-LI che gravano pesantemente sull'attività quotidiana dei trasportatori toscani, alla necessità di realizzare aree di sosta conformi alla normativa europea in prossimità della FI-PI-LI stessa.

Dalle difficoltà connesse a provvedimenti di limitazione della circolazione dei mezzi pesanti troppo disomogenei tra loro attuati dai comuni toscani che causano grandi disagi a livello logistico per gli autotrasportatori, alla volontà di realizzare anche nella zona del cuoio un Truck Village pensato per rispondere alle molteplici esigenze degli autisti dei veicoli e delle imprese, ed infine, ultimo focus, è stato posto rispetto il problema legato alla carenza di autisti professionali.

In merito ai problemi legati alla viabilità sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, il segretario di Assotir Donati ha espresso apprezzamento per la decisione attuata dalla regione Toscana con la collaborazione della società Telepass, di ridurre del 50 per cento il costo del pedaggio autostradale per tutti gli utenti che dalla FI-PI-LI, in attuale stato di manutenzione, vengono dirottati sulla A11. L'assessore ha anche comunicato che durante questo periodo di lavori di manutenzione alla FI-PI-LI sono state effettuate delle rilevazione che hanno testimoniato come solamente il 16-18 per cento del traffico totale è rappresentato da mezzi pesanti che effettuano un servizio di linea che fuoriesce dai confini regionali e che quindi sfrutta la strada statale per l'intero tratto mentre la restante parte del traffico, che è la maggioritaria, viene originato soprattutto da trasportatori che operano a livello regionale e che utilizzano la FI-PI-LI anche più volte nella stessa giornata ma per un tratto limitato.

Rispetto all’esigenza avanzata dai trasportatori di avere provvedimenti uniformi della circolazione nei territori comunali, Assotir si è riservata di trasmettere alla regione le situazioni che presentano maggiore criticità viaria, auspicando un'iniziativa di coordinamento da parte delle Regione stessa.
Infine, evidenziando come l'autotrasporto, in un momento generale di contrazione dell'offerta di lavoro, sia uno dei pochi settori nel Paese in grado di garantirlo, vista la forte carenza di autisti professionali di mezzi pesanti, Assotir ha proposto di realizzare un progetto, d'intesa con scuole superiori, centri per l'impiego ed imprese, volto a far conoscere questa realtà e possibilità lavorativa a tutti i giovani della Toscana. L’assessore Ceccarelli ha preso atto positivamente della proposta di Assotir chiedendo una sua formalizzazione che sarà inviata nei prossimi giorni.



Fonte: Il Cuoio In Diretta – 02 settembre 2019

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]