18 Settembre 2021
News&Eventi

La SGC FI-PI-LI necessita di interventi urgenti di messa in sicurezza

Venerdì 6 novembre u.s. la FI-PI-LI, nel tratto tra San Miniato ed Empoli, in direzione Firenze, è stata teatro di un drammatico incidente, per fortuna senza morti e feriti: intorno alle 6.40, una sbarra metallica persa da un mezzo pesante (passato qualche attimo prima in quel tratto di superstrada) ha fatto scoppiare gli pneumatici di un’autocisterna carica di liquido infiammabile.
L’accaduto ha riproposto ancora una volta il problema delle tante criticità della superstrada: la sua inadeguatezza a ricoprire quel ruolo di arteria regionale che molti auspicavano.
Come ha anche sottolineato Claudio Donati, Segretario Nazionale di Assotir, intervistato dal quotidiano La Nazione, la strada è strategica ma è molto pericolosa e sotto dimensionata rispetto alle esigenze, quindi deve essere potenziata e messa in sicurezza.
Per gli autotrasportatori la FI-PI-LI rappresenta una via di comunicazione fondamentale sia per i collegamenti all’interno della nostra regione sia per quelli interregionali, però le sue criticità, con la conseguenza di rischi pericolosi, sono molte. Qualcosa negli anni è stato fatto ma non è assolutamente sufficiente a garantire la sicurezza: qualche allargamento, il rifacimento del manto stradale, al posto di quello originario che in condizioni meteo piovose, si sfaldava e portava alla luce il sottostante strato di inerti, rendendo cedevole ed inconsistente il fondo stradale.
Spesso attribuiamo la causa di incidenti all’alta velocità o a comportamenti non rispettosi delle regole da parte degli autisti: ecco non è questo il caso. La responsabilità di questo incidente, che avrebbe potuto avere dei risvolti veramente tragici, non è del conducente dell’autocisterna, come dimostrano i rilievi della polizia stradale, bensì delle condizioni di insicurezza della grande arteria di comunicazione.
Naturalmente non devono mancare gli appelli a comportamenti diligenti da parte degli autisti, ma c’è assolutamente bisogno, in questo caso, di un impegno serio e concreto delle istituzioni, in particolare della Regione Toscana che deve fare un investimento importante per mettere in sicurezza la FI-PI-LI. In questo senso ci confortano le parole del neo-assessore Baccelli, che ha fatto immediatamente un sopralluogo sul posto dell’incidente, ed ha affermato che c’è in ballo un piano di circa 30 milioni di euro per l’adeguamento della superstrada e che si impegnerà a coinvolgere tutte gli altri livelli istituzionali, comuni, province e città metropolitane.
La delegazione PI-LU-MS di Assotir sollecita, pur raccomandando agli autotrasportatori la massima prudenza ed il totale rispetto delle regole, la Regione Toscana e tutte le istituzioni ad un piano di interventi per la messa in sicurezza della Fi-PI-LI.


ASSOTIR
DELEGAZIONE PI-LU-MS


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]