11 Agosto 2020
News&Eventi

Bollo auto 2018: si pagherà in base ai km percorsi

In arrivo dall'Europa diverse novità per il bollo auto. La Commissione Trasporti del Parlamento Europeo ha introdotto e promosso diversi cambiamenti interessanti, che potrebbero cambiare la situazione di molti automobilisti.

Il bollo auto 2018 si pagherà in base ai km percorsi – la tassa automobilistica diventa europea.

Tra le prime novità introdotte dalla Commissione Trasporti del Parlamento EU vi è la tassazione per autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada e sul tele pedaggio Europeo che mira a rendere omogenei gli impianti (sia dal punto di vista normativo che tecnologico) degli Stati membri, spesso non integrati tra loro. Purtroppo prima di entrare in vigore la nuova norma deve passare al Parlamento Europeo, per essere negoziata con gli Stati Membri. Questo servizio potrebbe far risparmiare circa 370 milioni di euro l'anno a coloro che utilizzano le strade in Europa.

L'altra importante novità riguarda proprio il bollo auto, il quale sarà uguale a tutti gli Stati Membri. Secondo la Commissione Trasporti ogni Paese, membro dell'UE, dovrà applicare un sistema di tassazione basato su due principi: il primo pagare in base all'inquinamento causato dall'auto e il secondo in base ai km percorsi.
Per poter adottare questo sistema, sarà necessario implementare su ogni vettura una sorta di scatola nera, che permetta la registrazione dei km di percorrenza. Se non ci saranno intralci particolari da parte dell'Assemblea dell'Europarlamento, il nuovo bollo europeo dovrebbe essere introdotto dal 2023 per i veicoli pesanti e i furgoni oltre le 2.4 tonnellate, mentre per le auto dal 2026.



Fonte: Io Carrozziere n.6 2018

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]