22 Settembre 2020
[]
[]
News&Eventi

Esami più rapidi per la CQC

Una sola sessione e 70 quiz a partire dal prossimo 20 novembre

Con circolare del 19 settembre 2019, la Direzione generale per la Motorizzazione ha chiarito la portata del nuovo decreto 5 luglio 2019, che ha apportato modifiche nell’esame per il conseguimento della carta di qualificazione e del conducente. Dopo aver ricordato che l’entrata in vigore delle nuove disposizioni è quella del 20 novembre 2019, la circolare ricorda come la modifica più importante è data dal fatto che l’esame ‘si abbrevia’, sia come sessioni – una al posto di due – sia come numero di domande (da 120 a 70 quiz). Ciò consentirà di svolgere più sedute nel corso di un anno, ciascuna con minor perdita di tempo da parte dei pochi esaminatori. Fatte queste premesse, la circolare precisa che le nuove procedure riguardano anche coloro che hanno presentato domanda per il conseguimento della CQC prima dell’entrata in vigore del decreto 5 luglio 2019 (ma dopo la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale). In caso di mancato superamento dell’esame o di assenza alla seduta, il candidato dovrà ripresentare la domanda. Detta domanda può essere presentata (ai sensi dell’art. 6 del DM 20 settembre 2013) entro un anno dal termine del corso di qualificazione iniziale, anche se poi la successiva seduta viene fissata oltre la scadenza dell’anno. In via transitoria, la circolare chiarisce anche che i candidati che prima del 20 novembre hanno superato – secondo la vecchia procedura – la parte comune, possono ora svolgere la parte speciale con i soli 30 quiz previsti dal nuovo esame (e non con i 60 quiz di prima). Laddove non superasse detta prova, il candidato può ripeterla, senza sostenere quella comune, purché la domanda non sia presentata oltre un anno dal rilascio dell’attestato di frequenza al corso di qualificazione iniziale.

Nulla è invece cambiato per i conducenti già titolari di CQC, che dovranno rinnovarla entro cinque anni dal rilascio, frequentando un corso di qualificazione periodica della durata di 35 ore, senza sostenere alcun esame.



Fonte: Vie e Trasporti – novembre 2019

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]