19 Settembre 2020
[]
[]
News&Eventi

Via libera

Pagare il pedaggio autostradale è un obbligo ma se si è rimasti a corto di credito ci sono 15 giorni per correre ai ripari senza sanzioni. Tutto ciò che bisogna sapere

Sarà capitato a molti di non avere sufficiente credito su una carta Viacard e di accorgersi dell'inconveniente solo al casello, quando la sbarra non si alza.

Una situazione imbarazzante per il chi si trova al volante che rimane schiacciato tra una colonna di autisti inferociti per l'attesa e il dilemma amletico di che cosa fare a cui porrà fine solo la voce emessa da un microfono invisibile posto al lato della carreggiata. Voce che spiegherà che è necessario ritirare il bollettino prontamente emesso dalla stampante contenente tutte le informazioni sulle modalità di pagamento.

Chiariamo anzitutto che non si tratta di una sanzione.

  • L'importo è richiesto senza alcuna maggiorazione e potrà essere pagato, entro 15 giorni dalla data di transito del veicolo, presso gli uffici della società autostradale indicati, oppure con versamento all'ufficio postale. In entrambi i casi, è necessario indicare nella casuale di saldo il “numero mancato pedaggio” presente sul bollettino stesso e la targa del veicolo;
  • Qualora il pagamento venga effettuato oltre il 15° giorno, l'importo del pedaggio subirà un aumento, così come il mancato versamento di quanto dovuto comporterà il recupero forzoso del credito con l'aggravio delle relative spese;
  • La procedura è prevista, oltre che dai regolamenti interni alle società concessionarie, dall'art. 176 del Codice della Strada che disciplina come ci si deve comportare durante la circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali.


ALTRE MODALITA'

Attualmente l'esazione può essere effettuata mediante modalità manuale o automatizzata, anche con sistemi di tele pedaggio con o senza barriere.

Ove previsto e segnalato, i conducenti devono fermarsi in corrispondenza delle apposite barriere o segnali di arresto incolonnandosi secondo le indicazioni date dalle segnalazioni esistenti evitando ingorghi e imbottigliamenti inutili e pericolosi.

  • L'accertamento delle violazioni dell'obbligo di pagamento del pedaggio possono essere effettuati, sia dai servizi di polizia stradale, sia dal personale dei concessionari autostradali e stradali e la sanzione per chi transita senza fermarsi in corrispondenza delle stazioni, creando pericolo per la circolazione, nonché per la sicurezza individuale e collettiva, ovvero ponga il pagamento del pedaggio, è soggetto al pagamento di una somma fino a 1.682 euro;
  • Per l'utente di autostrada a pedaggio sprovvisto del titolo di entrata, o che impegni gli impianti di controllo in maniera impropria rispetto al titolo in suo possesso, il pedaggio da corrispondere è calcolato dalla più lontana stazione di entrata per la classe del suo veicolo. Tuttavia, all'utente è data la facoltà di prova in ordine alla stazione di entrata. E', infine, utile ricordare che, al pagamento del pedaggio e degli oneri di accertamento dello stesso, sono obbligati solidalmente sia il conducente, sia il proprietario del veicolo.



Fonte: Vie e Trasporti - ottobre 2019

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]