28 Giugno 2022

Alcuni consigli su come risparmiare benzina

1. OCCHIO AL CAMBIO E AL CONTAGIRI
Occhio al contagiri e al cambio. Per prima Cosa contano i giri del motore. Tenersi a un regime basso di girimotore consente di risparmiare. Il motore non va sforzato né verso alti regimi né farlo scendere troppo a bassi regimi. È sconsigliato tirare le marce e far salire di giri il motore. È importante non superare i 2.500 giri per i motori a benzina e i 2.000 per quelli diesel prima di cambiare marcia. È sconsigliato anche fare il contrario: cambiare marcia rapidamente appena si è partiti provocando uno sforzo del motore. Accelerare più del necessario, ovviamente, fa sempre consumare di più.


2. EVITARE ACCELERAZIONI E BRUSCHE FRENATE
Rapide accelerazioni fanno consumare molto. Se si aggiungono anche brusche frenate, il consumo aumenta. La motivazione è semplice; continue ripartenze porta a consumare più di quello che si dovrebbe. Se ci si mantiene sempre a un'adeguata di stanza di sicurezza non è necessario frenare in modo troppo deciso: basta addolcire l'andamento quando si rallenta. E, quindi, è importante mantenere una velocità costante sia nel ciclo urbano sia extraurbano. Se siamo in città e abbiamo strade con i dossi stradali sarà bene che il nostro andamento sia il più fluido possibile, con la velocità ottimale che resti sotto i 20km orari.


3. SPEGNERE L’AUTO QUANDO SI E’ FERMI
Ecco un consiglio che serve non solo a risparmiare carburante, ma anche a contenere l'inquinamento: è necessario spegnere l'auto o la moto quando si sta fermi, ad esempio a un passaggio a livello. Bisogna evitare di tenere acceso il motore durante le soste. In particolare, nelle soste medio-lunghe. Invece, non conviene spegnere l'auto al semaforo, dove si resta fermi pochi secondi: in questo caso si corre il rischio di esaurire e logorare la batteria elettrica. E, quindi, si potrebbe avere un effetto controproducente. Sicuramente è utile spegnere il motore se restiamo in auto a conversare con altre persone o ad attendere qualcuno.


4. VELCITA’ RIDOTTA, SPESE CONTENUTE
Contenere la velocità in modo costante serve a non sprecare carburante. Mode- rare la velocità di crociera può portare un vantaggio ragguardevole sui consumi. Scendere di velocità da 130 a 110 km orari può comportare un 25 per cento di risparmio, e un altro 10 % di risparmio lo si aggiunge se viaggiamo ad una velocità di crociera di 90 chilometri orari. Se manteniamo una velocità costante, come accade in autostrada, alla velocità di 90 chilometri orari, la riduzione sui costi del carburante si fa davvero importante e può incidere sul portafoglio.


5. LIMITARE L’UTILIZZO DI ARIA CONDIZIONATA
Un altro modo per ridurre (anche di poco) l'uso di carburante è limitare l'uso dell'aria condizionata. Proprio così: meglio non usare troppo l'aria condizionata. Durante brevi e lunghi viaggi, è consigliato contenere il consumo dell'aria condizionata o comunque non farne un uso eccessivo. Il climatizzatore sottrae potenza al motore e obbliga il guidatore a spingere di più sull'acceleratore per ottenere la velocità desiderata, con il risultato di consumare quasi il 20% in più di carburante. Una percentuale non proprio indifferente, soprattutto con il costo attuale della benzina e del gasolio.


6. NON GUIDARE COL CAMBIO IN FOLLE
Per non aumentare i consumi e non sprecare carburante si consiglia di evitare di guidare con il cambio in folle. Il cambio in folle è un'abitudine da scongiurare. Non si dovrebbe mai fare. Le auto moderne a iniettori non hanno bisogno di questo accorgimento. Questo perché quanto togliamo il piede dall'acceleratore l'approvvigionamento di carburante verso gli iniettori è già ridotto. Viaggiare in discesa con il cambio in folle, ad esempio, è uno stile di guida pericoloso che porta ad avere meno controllo sulla macchina e a incidere realmente sulla sicurezza, oltre a non avere reali effetti sul risparmio di carburante.


7. LIBERARE IL BAGAGLIAIO DAGLI OGGETTI INUTILI
Fra i piccoli accorgimenti "casalinghi" ai quali ricorrere per ridurre il consumo di carburante ce n'è uno che non verrebbe ma in mente; togliere oggetti inutili e pesi eccessivi dall'auto. Anche se sembra un fatto senza importanza, addirittura non determinante, tenere l'auto carica di oggetti nel portabagagli fa aumentare i consumi. Alleggerire l'auto di ogni cosa superflua o oggetti non più necessari fa diminuire i consumi. Via, quindi, alle tante cose inutili messe nel porta bagagli magari da anni e lasciate li. Ogni peso che non serve alla circolazione comporta ci costa qualche centesimo in più alla pompa di benzina.


8. PIENO DI CARBURANTE “PREMIUM”
Un altro suggerimento per spendere meno è di utilizzare un carburante premium. Il carburante premium è un tipo di benzina con un numero di ottani superiore a quello che si trova in quelle normali, chiamate anche benzina verde. Il premium, o benzina super, ha di solito 100 ottani a litro, contro i 95 delle standard. Questo, in teoria dovrebbe consentire al motore di lavorare al meglio e migliorare le performance generali dell'auto. Con questo carburante l'auto dovrebbe sforzare meno il motore per raggiungere la coppia di giri (quindi anche i consumi). Tuttavia all'incremento delle prestazioni dipende dal veicolo che stiamo guidando.


9. CONTROLLO OLIO, FILTRI E PNEUMATICI
Ai fini del risparmio di carburante premia anche la costanza nei controlli meccanici e degli pneumatici. Viaggiare con un'auto al livello massimo di efficienza e sicurezza, è fondamentale per sprecare meno benzina. Effettuare controlli periodici, tagliandi auto e manutenzione generica è il dato importante per tenere il motore sotto controllo. Si va dal cambio totale dell'olio e dei filtri ogni 20.000 chilometri, fino al controllo degli pneumatici. La pressione delle gomme deve essere sempre allineata con il valore indicato nel libretto di uso e manutenzione dell'auto. Uno pneumatico in buono stato, e quindi gonfiato secondo le istruzioni, può ridurre il consumo fino a un 29%.


10. TENERE CHIUSI I FINESTRINI
Quando si viaggia a velocità comprese fra i 100 e i 130 km orari, ad esempio in autostrada, conviene tenere chiusi i finestrini ed è consigliato utilizzare l'aria condizionata se necessario, ma senza eccedere. Se si migliora l’aerodinamica del veicolo, si può arrivare a consumare fino al 20% in meno sulle spese per il carburante. Per questo anche se avete un portapacchi installato sull'auto che non vi serve, e nel caso in cui non sia quello di serie, provvedete a rimuoverlo, e un inutile ostacolo aerodinamico che crea solo maggiore attrito.


Fonte: Il Tirreno

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
cookie