08 Dicembre 2021
News&Eventi

Applicazione a regime del Documento unico di circolazione e proprietà

Circolare n. 68/2021 – CT 14/2021

Dal 1° ottobre 2021 decorre l’obbligo di emissione del DU; pertanto, non saranno più emessi la carta di circolazione o il relativo tagliando di aggiornamento e il CDPD.

Si comunica che è stato emanato il Decreto dirigenziale MIMS 27.09.2021, n. 196 (in allegato ma non ancora pubblicato in GU), con il quale si prevede che per le operazioni di motorizzazione e di PRA, richieste a decorrere dal 1° ottobre 2021 e ricadenti nell’ambito di applicazione del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 98, le procedure telematiche rilasciate dal CED in cooperazione applicativa con ACI danno luogo, in via obbligatoria, all’emissione del DU. Nelle medesime ipotesi, a decorrere dalla predetta data non sono più emessi la carta di circolazione o il relativo tagliando di aggiornamento e il CDPD.

Per tutte le operazioni, ricadenti nell’ambito di applicazione del d.lgs. 98/2017, non ancora gestite con le nuove procedure telematiche alla data di entrata in vigore del citato decreto si provvede, a decorrere dal 1° ottobre 2021, all’emissione, nei casi previsti, di una carta di circolazione propedeutica, recante la dicitura “non valida per la circolazione”, ed alla stampa del DU mediante l’utilizzo, in via obbligatoria, degli appositi applicativi predisposti dal CED in cooperazione applicativa con ACI. La stampa del DU viene consentita a decorrere dal giorno lavorativo successivo alla emissione della carta di circolazione propedeutica.

Quanto previsto al paragrafo precedente si applica sia nel caso di veicoli già dotati di DU sia nel caso di veicoli non ancora dotati di DU; non si dà luogo all’emissione del CDPD o di altra certificazione attestante la proprietà e lo stato giuridico del veicolo. La carta di circolazione propedeutica è ad uso interno degli STA pubblici e privati ed è stampata su foglio bianco formato A4.


Fonte: Federauto

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
cookie