21 Giugno 2024
News&Eventi

Assessora Nardini – intervento tavola rotonda Assotir

Sabato 9 aprile, Santa Croce sull'Arno (PI)

Vorrei ringraziare Alessandro Valiani, Maurizio Bandecchi e Assotir per questa iniziativa che ci permette di affrontare temi che sono molto sentiti. Ne tocco alcuni, soprattutto relativi alle competenze del mio assessorato.

Il primo è un problema che riscontriamo anche in altri settori: quello del mismatch, cioè il disallineamento tra le competenze che le aziende e il tessuto economico-produttivo del nostro territorio richiedono e quelle che le giovani generazioni acquisiscono nei percorsi di studio e di formazione. C’è quindi bisogno di connettere meglio domanda e offerta di lavoro. Rispetto a questo, con Assotir abbiamo interloquito più volte in questi mesi.

Crediamo essenziale lavorare sul miglioramento dell’incrocio tra domanda e offerta a partire dall’orientamento all’interno delle scuole e aggiornando gli strumenti in ambito formativo che Regione Toscana mette in campo, in un confronto costante con i territori, anche per abbattere il tasso di disoccupazione giovanile.

Poi ci sono i grandi temi della sicurezza e della qualità del lavoro: dobbiamo garantire condizioni di lavoro sicure e dignitose, perché è vero, da un lato sicuramente i mezzi sono migliorati grazie alla tecnologia ce quindi questo lavoro può essere sicuramente raccontato in maniera diversa rispetto a quanto avveniva anni fa, ma dobbiamo anche garantire il contrasto di tutte le forme di illegalità, sfruttamento ed estremo precariato che ancora persistono e mettere invece al centro la dignità, la sicurezza e la qualità del lavoro. Da questo punto di vista, investire in infrastrutture significa anche aumentare la sicurezza di chi quotidianamente le utilizza.

Abbiamo affrontato e stiamo affrontando una fase particolarmente difficile a causa della pandemia e di questa assurda guerra in Ucraina, ma nello stesso tempo ci sono opportunità inedite dal punto di vista delle risorse economiche che non possiamo permetterci di non sfruttare: da un lato quelle del PNRR e dall'altro il nuovo settennato dei fondi strutturali europei, che per la formazione significa soprattutto Fondo Sociale Europeo. Siamo quindi ad un momento decisivo per tracciare le politiche che Regione Toscana metterà in campo nei prossimi anni e per farlo, abbiamo deciso di potenziare il confronto con le parti sociali, allargando il coinvolgimento anche ai territori, perché lo reputiamo fondamentale.

In molte aree della Toscana abbiamo già siglato Patti per la formazione che hanno l’obiettivo di monitorare il fabbisogno formativo dei vari territori, in modo da riuscire poi, come Regione, a garantire un'offerta formativa realmente aderente alle peculiarità e alle necessità dei vari territori.

Nel confronto con Assotir e con le altre associazioni di rappresentanza del settore abbiamo cercato di individuare lo strumento migliore ed i necessari adattamenti per rispondere alle esigenze segnalate: lo strumento individuato è il voucher ‘just in time’, che ha la peculiarità di dare risposta tempestiva al fabbisogno dell'impresa.

L'utilizzo di questo strumento, infatti, viene avviato dopo la segnalazione dell'impresa al centro per l’impiego che poi effettua la selezione di possibili candidati. In tempi brevi così si riesce a formare una persona disoccupata a cui offrire una prospettiva lavorativa, essendo già esplicito il bisogno dell'impresa. Questi voucher, nei mesi scorsi, hanno dato buoni risultati, che stiamo mappando. Nel dialogo con Assotir erano state segnalate alcune criticità rispetto all'utilizzo dello strumento: la prima è la scarsa conoscenza del ‘voucher just in time’ da parte delle autoscuole. Per superarla abbiamo incontrato tutte le associazioni di autoscuole, facendo crescere da subito il numero di realtà che danno la possibilità di usufruire di questa opportunità, ma vogliamo continuare, anche con il vostro aiuto, a lavorare in questo senso.

Poi c’è stato posto il tema dei costi notevoli per l’ottenimento della patente rispetto al quale abbiamo previsto il rialzo dei massimali dei voucher. Stiamo anche lavorando ad una proroga della tempistica per l'avvio de corso per le patenti, in risposta alla richiesta delle associazioni delle autoscuole.

Grazie alla nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo e al programma GOL, Garanzia Occupabilità Lavoratori, avremo a disposizione ulteriori strumenti e la possibilità di estendere l’utilizzo di questi voucher anche agli occupati oltre ai disoccupati, come ci è stato richiesto.

Mi preme anche evidenziare che nel bando della formazione breve, inserito nell'ambito del programma GOL, sarà previsto un catalogo appositamente dedicato alla formazione per le patenti di guida superiore alla B e per i certificati di abilitazione richiesti per l'autotrasporto.

Concludo sottolineando come in questa legislatura regionale stiamo cercando di aumentare i momenti di ascolto e concertazione e di cercare davvero di venire incontro a tutti i settori del nostro tessuto economico-produttivo perché sappiamo bene che questa fase richiede a tutti noi, a partire dalle istituzioni, uno sforzo aggiuntivo per provare a risolvere le criticità e tutelare l'occupazione.

Come Assessorato alla Formazione e al Lavoro siamo disponibili a incontri e interlocuzioni e anche al fine di monitorare gli effetti dei correttivi che intendiamo porre per rispondere alle esigenze e alle criticità da voi segnalate.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
cookie