04 Dicembre 2022

IVECO Daily: rinnovato ed evoluto

Massimo Revetria, classe 1972, non si è mai tirato indietro di fronte alle nuove sfide. Per Iveco ha vissuto a Berlino, Londra e Lione. Si è occupato, in diversi contesti e in varie aree geografiche, di usato, pesanti,medi,leggeri e bus, fino a diventare, lo scorso gennaio, Business Line Light Manager per il Mercato Italia.Ruolo per il quale è tornato nell’headquarter di Torino.


QUARANTADUE ANNI E NON SENTIRLI. QUALI I SEGRETI CHE HANNO CONSENTITO A IVECO DAILY DI DIVENTARE UN EVERGREEN?

“La forza del Daily sta nella sua continua capacità di rinnovamento, di anticipare e interpretare le esigenze di tutte le tipologie di mercato con caratteristiche che lo rendono unico e che lo hanno, di fatto, portato a rappresentare un vero e proprio brand.Caratteristiche che gli sono valse, nel corso degli anni, importanti riconoscimenti, nazionali e internazionali, come il Van of the Year, conquistato per ben tre volte. Oggi copre la fascia dai 33 ai 72 quintali, è proposto con trazione 4x2 e 4x4 e volumetrie di carico da 7 metri e 20 metri cubi. La robustezza data del telaio a longheroni, la maneggevolezza e la sicurezza garantite della trazione posteriore anche e soprattutto in caso di carichi gravosi, rendono il nuovo Daily, a concezione automobilistica-versatile, solido e produttivo: è il perfetto veicolo per la clientela professionale. II Model Year 2019 è poi il più sicuro di sempre. A bordo sono saliti Hill Descent Control, Traction Plus e Crosswind Assist oltre ai dispositivi di sicurezza ottimizzati alla guida di livello 2 come Advanced Emergency Braking System, City Brake Pro e Queue assist. Non dimentichiamo, infine, la connettività con la quale anticipiamo esigenze del mercato garantendo una riduzione del Tco (Total Cost of Ownership), fondamentale in questo momento".


PIU’ DAILY ALLESTITI O FURGONI?

"Con Daily siamo leader laddove il veicolo richiede un allestimento, dal cassone ribaltabile, alla cella frigorifera, fino alle gru. Con il furgone, invece, ci rivolgiamo al mondo della distribuzione, in particolare corrieri, che cercano comfort in cabina, grandi volumi di carico con raggi di sterzata ridotti, trazioni alternative, cambi automatici e la sicurezza di tutti i sistemi di ausilio alla guida di livello 2 disponibili sul nostro Daily. Oggi i furgoni incidono sul totale vendite Daily con un 25 per cento circa”.


L’ULTIMA GENERAZIONE, COME HA ANTICIPATO, E’ LA PRIMA CONNESSA. COME E’ STATA ACCOLTA DAL MERCATO L’OFFERTA DI SERVIZI EVOLUTI?

"A oggi la connettività non è ancora qualcosa che la tipica clientela dei veicoli leggeri richiede, fatta eccezione per il mondo dei corrieri e quello della distribuzione. Iveco però ha guardato avanti esattamente come aveva fatto in passato con i veicoli pesanti quando la connettività sembrava qualcosa di misterioso. La Connectivity Box è in grado di mettere Daily in contatto diretto con la Control Room di Iveco che riceve i dati in tempo reale e riesce a capire come sta funzionando il veicolo. Il cliente può incrementarne l'operatività attraverso attività diagnostiche proattive, l'adozione di misure preventive e la pianificazione attenta degli interventi di manutenzione e assistenza. È anche possibile la diagnosi in remoto senza collegamento ad alcun strumento e con il portale MyDaily si può prendere appuntamento con un'officina senza chiamare. Evidenti i vantaggi di tutto ciò in ottica di Tco. Riassumendo, con la telematica possiamo offrire soluzioni di fleet management e pacchetti di manutenzione e riparazione esclusivi, parametrati sull'effettivo utilizzo del veicolo".


QUALI SONO OGGI I DAILY CONNESSI SULLE STRADE?

"Oggi il 30 per cento dei clienti della distribuzione sceglie i servizi di connettività. In questo momento è fondamentale l'attività portata avanti dalla forza vendita: deve comprendere la mission del cliente per spiegargli il vero valore aggiunto della telematica, in cosa può aiutarlo. A questo proposito stiamo lavorando a diversi programmi di formazione. A breve ogni concessionaria Iveco avrà in forza una persona responsabile della telematica".


DAILY E’ OFFERTO ANCHE CON MOTORIZZAZIONE CGN. QUALE E’ IL TARGET IDEALE?

"Daily Natural Power è un nostro cavallo di battaglia. Rappresenta un'importante opportunità in un contesto di crescente esigenza di sostenibilità ambientale. Con il Daily a metano siamo in grado di ridurre del 95 per cento le emissioni di CO2 grazie all'utilizzo del biometano e di abbattere gli ossidi di azoto. È l'immediata alternativa ai motori tradizionali perché offre stesse performance e autonomie con un risparmio di carburante del 35 per cento. Valori che ci vengono riconosciuti dal mercato. Molto diffuso nel settore delle municipalizzate, Daily Natural Power rappresenta il 10 per cento di mix nelle vendite".


L’UNIONE EUROPEA CONTINUA A SPINGERE L’ACCELERATORE SULLA MOBILITA’ ELETTRICA. A CHE PUNTO E’ DAILY?

"Iveco sta sviluppando una nuova generazione di veicoli elettrici leggeri. Stiamo impiegando il veicolo in field test con importanti flotte per affinare prodotto e i servizi che costituiranno la nostra offerta di mobilità elettrica. Sicuramente Daily elettrico sarà fedele alla sua storia: la line up elettrificata sarà completa, da 3,5 a 7,2 tonnellate, avrà un'autonomia estesa e modulare, un motore elettrico potente, conserverà le caratteristiche delle versioni più professionali e potrà essere allestito nel modo più vario, in linea con l'estrema versatilità che da sempre lo contraddistingue. Prevediamo di aprire gli ordini alla fine del prossimo anno. Entro il 2025 e-Daily rappresenterà il 10 per cento delle vendite complessive”.


L’EMERGENZA SANITARIA HA RALLENTATO LA DOMANDA DI VEICOLI, ANCHE DA LAVORO. QUALI LE AZIONI MESSE IN CAMPO DA IVECO? E COSA HA LASCIATO IL LOCKDOWN?

"In questo momento è fondamentale supportare la clientela a 360 gradi: deve lavorare serenamente senza preoccuparsi eccessivamente della parte finanziaria e proteggendo le uscite cassa. Per questo abbiamo messo a punto una vasta offerta di prodotti finanziari che vogliono incontrare tutte le esigenze delle aziende: tasso 0 e anticipo 0 (il doppio zero), pagamenti con prima rata in scadenza dopo 6 mesi, leasing operativi e finanziari fino a 72 mesi con tassi agevolati. In aggiunta, presso i concessionari che aderiranno la maggior parte lo sta facendo, i pacchetti di manutenzione per i primi tre anni sono offerti al prezzo di 1 euro. Cosa ha lasciato il lockdown? Le trattative si sono velocizzate. Da un mese si è passati a circa 15 giorni per arrivare dal primo contatto alla firma del contratto grazie alla digitalizzazione".


IL CIRCOLANTE ITALIANO FINO A 3,5 TONNELLATE E’ DECISAMENTE DATATO. BASTANO GLI INVENTIVI PER SVECCHIARLO? COSA CHIEDEREBBE ALLE ISTITUZIONI?

"Quindici anni di anzianità media del parco circolante italiano sono davvero troppi., non siamo allineati ai mercati di riferimento. Gli Incentivi sono stati un piccolo stimolo, non sufficiente. Mai come ora è necessario accelerare la domanda di mobilità, una mobilità che deve essere competitiva, sicura ed ecosostenibile. Serve un piano a lungo termine che possa garantire a tutti gli utilizzatori conto proprio e conto terzi un incentivo importante all'acquisto, sgravi fiscali per veicoli diesel di ultima generazione, a gas naturale, etc. e fondi per le infrastrutture (come le corsie preferenziali) per ottimizzare la distribuzione urbana delle merci. Stimoli che hanno efficacia solo nel breve termine non funzionano, bisogna avere una visione più ampia, un piano ben definito".


CHE ANNO SARA’ IL 2021?

“Penso che il 2021 sarà un anno sfidante e decisamente stimolante e il Daliy sarà lì. Come sempre dal 1978”.


Fonte: Vie e Trasporti

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
cookie