21 Giugno 2021
News&Eventi

Assotir con l'Assessore Nardini per la formazione degli autisti

Prosegue il dialogo di Assotir con la Regione Toscana iniziato con il convegno organizzato dalla locale sede di Pisa-Lucca e Massa dello scorso 12 settembre e proseguito poi con l’incontro del 13 gennaio 2021 con il Presidente del Consiglio, Dr. Antonio Mazzeo.

Nella serata di venerdì 29 gennaio 2021, tramite videoconferenza, Assotir ha incontrato, questa volta, l’Assessore all’Istruzione, Formazione professionale, Università e Ricerca, Impiego, Relazioni Internazionali e Politiche di genere della Regione Toscana, Dr.ssa Alessandra Nardini, coadiuvata dal Dirigente della Formazione, Dr. Paolo Baldi. Alla riunione per la nostra Associazione erano presenti il Responsabile Sviluppo e Infrastrutture, Alessandro Manzi, il Segretario Generale, Claudio Donati, e per il Gruppo Valiani, con cui Assotir ha intrapreso una proficua collaborazione, hanno partecipato il Dr. Alessandro Valiani e la Dr.ssa Manola Guazzini.

Così come più volte già anticipato tanto al Presidente Giani, quanto al Presidente Mazzeo, l’incontro con l’Assessore Alessandra Nardini è stato l’occasione per discutere riguardo le numerose difficoltà che le imprese di autotrasporto riscontrano nel reperire nel mercato del lavoro autisti professionali.

Durante la riunione, il Segretario Donati ha evidenziato come la carenza di autisti qualificati, fenomeno questo che interessa l’intero Paese (si stima infatti che manchino tra i 15mila ed i 20mila autisti), sia una problematica particolarmente sentita dalle imprese di autotrasporto toscane divenuta ancora più grave proprio durante i mesi del primo lockdown nazionale in cui, per alcuni settori di attività, gli autotrasportatori a causa della mancanza di personale qualificato facevano difficoltà a soddisfare la domanda sempre più crescente dei propri clienti.

Come illustrato durante l’incontro, le ragioni che hanno portato il nostro Paese ad avere una penuria così importate di queste figure professionali sono molteplici e certamente tra le tante spiegazioni rientra la difficoltà dei giovani a sostenere i costi (elevati) per il conseguimento dei titoli professionali necessari per guidare mezzi pesanti.

Sotto questo profilo, trovando la piena condivisione di intenti e la disponibilità dell’Assessore Nardini e del Dirigente Baldi, si è individuato un progetto di formazione finanziata destinato ai giovani, ai disoccupati ed agli inattivi per conseguire patenti e CQC a costi contenuti con la possibilità così, per queste categorie, di trovare, una volta conseguiti i titoli, immediati sbocchi lavorativi all’interno delle imprese di trasporto merci toscane.

A questo punto la palla passa ad Assotir che si è impegnata a promuovere il progetto formativo presso le proprie imprese associate, ed interessate ad assumere giovani conducenti ,avvalendosi del sostegno, della disponibilità e della competenza messe in campo dall’Assessore Nardini e dal suo intero staff di collaboratori.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]