22 Settembre 2020
[]
[]
News&Eventi

Il Covid-19 ci lascia in dote anche nuove necessità in tema di sicurezza per i dipendenti e i clienti

Le auto vanno sanificate quando entrano in carrozzeria e quando ne escono. Tra le varie tecnologie in uso c’è anche l’ozono.

Gli attrezzi per sanificare automobili e ambienti di lavoro sono l’oggetto del desiderio della Fase 2 post emergenza Covid-19. Sono una necessità per lavorare in sicurezza e nel rispetto delle leggi e delle linee guida predisposte per la riapertura delle attività. Non solo: l’ AIR2 SAN ha anche una importante funzione che a fine ciclo di sanificazione trasforma l’ozono in ossigeno, in modo da riconsegnare l’auto al cliente oppure da preparare l’abitacolo alle condizioni ottimali di qualità dell’aria, tutelando al contempo l’operatore e il cliente.


INTEGRAZIONE:

AIR2 SAN ha una doppia modalità di funzionamento. Stand alone come dicono i tecnici, ovvero da solo oppure, può essere abbinato ad un sistema diagnostico già in officina con relativa interfaccia integrata di visualizzazione. Viene attivato dall’esterno del veicolo utilizzando un pratico telecomando o l’app gratuita da installare sul proprio smartphone, e provvede in maniera completamente automatizzata alla sanificazione dell’abitacolo in poco tempo.


QUANTO AI RISCHI OSSIDAZIONE:

L’ozono prodotto nell’abitacolo non potrebbe causare l’ossidazione dell’impianto elettrico e delle centraline elettroniche all’interno della vettura? Ci sono rischi di deperimento per plastiche, PVC, pelle naturale/sintetica e gomme nell’abitacolo?

“AIR2 SAN, grazie ai suoi sensori di ozono, umidità e temperatura provvede in maniera autonoma al corretto livello di saturazione della vettura e rimane nell’abitacolo solo il tempo strettamente necessario alla sanificazione, perché poi viene attivata immediatamente la procedura inversa che trasforma l’ozono in ossigeno,preservando in questo modo le plastiche e le altre componenti del mezzo”.


QUANTE SANIFICAZIONI SI POSSONO RIPETERE SULLA STESSA AUTO NEL GIRO DI POCHI GIORNI (TIPO LA PERMANENZA IN OFFICINA)?

“Potenzialmente una al giorno. Ovviamente in linea di massima con nessun ozonizzatore si può esagerare. Tuttavia il nostro AIR2 SAN garantisce una saturazione stabile ed è sicuramente meno invasivo per le diverse componenti del veicolo e più efficace”.


AIR2 SAN HA UNA DOPPIA MODALITA’ DI FUNZIONAMENTO:

L’operatore non deve fare altro che aspettare la fine del processo perché, grazie ai sensori di ozono, umidità e temperatura, AIR2 SAN provvede in maniera autonoma all’individuazione del corretto livello di saturazione. Quando apparirà la luce verde sul display o l’apposita indicazione sull’app, il veicolo sarà pronto per essere riconsegnato al cliente, senza alcuna ulteriore operazione.


AIR2 SAN E AXONE NEMO:

L’utilizzo della diagnostica, e quindi la possibilità di interagire con l’elettronica della vettura, consente nei mezzi con moderni impianti di climatizzazione di attivare dispositivi ad esempio la ventola, il ricircolo, la direzione dei flussi eccetera, operazioni che sarebbero impossibili dopo la chiusura delle portiere per la sanificazione. AIR2 SAN può funzionare in sincronia con i comandi inviati alle componenti elettroniche dell’impianto di climatizzazione, permettendo all’ozono di raggiungere più agevolmente qualsiasi superficie del veicolo.


L’APP GRATUITA AIR2 SAN:

AIR2 SAN può essere comandato anche attraverso l’utilizzo di un’app dedicata e gratuita, scaricabile sia per sistemi iOS che Android. L’app consente di controllare, passo dopo passo l’avanzamento del processo, dispone dell’elenco storico degli investimenti eseguiti e, cosa estremamente importante, procede alla generazione di un documento PDF stampabile che certifica la corretta sanificazione del mezzo.


AIR SAN ANCHE PER AMBIENTI DI LAVORO:

AIR2 SAN risulta perfetto anche per la sanificazione di stanze di alberghi, bar, sale di attesa, uffici e locali in genere. Anche in questo caso, l’operatore potrà beneficiare del funzionamento complementare automatico, non dovendo fare nulla altro che avviare AIR2 SAN tramite app ed aspettare che la sanificazione sia terminata. AIR2 SAN grazie ai suoi sensori individuerà la quantità corretta di ozono da diffondere. La riconversione dello stesso ozono in ossigeno a fine procedura risulta essenziale per evitare che l’ambiente possa rilevarsi irritante o maleodorante al rientro.


COME AGISCE SUI PATOGENI:

PREPARAZIONE: trasforma, grazie ad una scarica elettrostatica, l’ossigeno (O2) presente nell’abitacolo in ozono (O3) e lo diffonde in modo preciso , controllato e uniforme ( non tramite un semplice timer). Questa fase è resa più efficace e sicura grazie a un Dust Filter, posto in aspirazione, che impedisce il passaggio di polveri verso il generatore di ozono. Questo garantisce un maggiore durata del generatore ed elimina il rischio di un’accidentale produzione di pericoloso acido nitrico che potrebbe generarsi a causa dell’entrata di particolato nella camera di trasformazione.

SANIFICAZIONE: la disinfezione vera e propria. In questa fase il microprocessore di AIR2 SAN, sulla base dei dati forniti dai suoi sensori, mantiene la quantità ideale di ozono e ne determina la permanenza necessaria nell’abitacolo per procedere all’eliminazione, funghi, virus e batteri come previsto dagli standard medico chirurgici. Questa procedura automatizzata elimina inoltre ogni rischio di errore umano.

SICUREZZA: contrariamente a molti prodotti concorrenti presenti sul mercato, AIR2 SAN ha introdotto nel processo di sanificazione anche il ciclo inverso di trasformazione dell’ozono residuo in ossigeno grazie ad uno speciale catalizzatore. L’ozono in altre concentrazioni è infatti un gas nocivo, ed è essenziale che ne venga assicurata una concentrazione minima prima della riconsegna del veicolo o dell’ ambiente di lavoro. Tutto questo per difendere la salute non solo del cliente ma anche dell’operatore, particolarmente esposto ogni volta che apre la vettura dopo la sanificazione.



Fonte: Car Carrozzeria

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]