04 Dicembre 2022

Le truffe con polizze false, soprattutto per RC Auto, sono in aumento

Le assicurazioni false online sono un serio problema che riguarda soprattutto le polizze RC Auto, in particolare quelle di breve durata. Intermediari fittizi utilizzano blog, siti irregolari, e-mail e social media per truffare gli automobilisti. Secondo i dati dell'Autorità di Vigilanza sulle Assicurazioni IVASS, nel 2020 i siti fraudolenti segnalati e bloccati sono stati 241, contro i 168 del 2019. Se si pensa che nel 2015 erano solo quattro, sono evidenti le dimensioni e la gravità del problema.

Tanti cercano condizioni vantaggiose e risparmi sulla polizza assicurativa, richiedendo preventivi online. Gli utenti credono di navigare in un ambiente virtuale legale, invece può capitare di imbattersi in siti gestiti da persone disoneste. Siti ingannevoli che offrono prodotti assicurativi a prezzi bassissimi, ai quali si può arrivare facilmente tramite i motori di ricerca su internet, annunci pubblicitari, banner, social network o anche con il passaparola su WhatsApp o altre app di messaggistica.

Solitamente vengono chiesti pagamenti con mezzi piuttosto inusuali, come ricariche di conti online o di carte prepagate, in modo che il flusso di denaro non diventi tracciabile, né revocabile.

Al momento della sottoscrizione dei documenti irregolari, spesso vengono chiesti il numero di conto corrente della banca e i dati personali. I servizi online sono una grande opportunità e migliorano concretamente la vita di tutti, ma vanno utilizzati con attenzione. importante orientarsi sul web consultando solo siti autorevoli e ufficiali. Le compagnie di assicurazioni, gli agenti e i broker regolari sono rispettivamente iscritti negli albi IVASS e nel registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi RUI dell'IVASS consultabili online.

Le polizze false, invece, sono proposte da truffatori che si fingono regolari. Le irregolarità vengono trovate dal personale dell'Autorità di Vigilanza sulle Assicurazioni tramite le ricerche autonome sul web, gli avvisi delle autorità di polizia e grazie alle denunce dei cittadini, delle associazioni dei consumatori, degli intermediari e delle Compagnie assicuratrici. Se il sito segnalato non risulta regolare, IVASS chiede all'Autorità giudiziaria di poter provvedere all'oscuramento e messa offline.

Come difendersi? Ecco alcune indicazioni da seguire quando si sottoscrive una polizza RC Auto.

  • Verificare che l'indirizzo del sito che propone l'assicurazione sia sempre preceduto dal protocollo di sicurezza https://...;

  • Non effettuare mai pagamenti online con metodi non tracciabili, come le ricariche di carte prepagate:

  • Diffidare delle offerte che arrivano su WhatsApp o altre piattaforme chat;

  • Consultare l'elenco dei siti internet irregolari pubblicato sul sito dell'IVASS;

  • Dopo l'acquisto controllare l'esistenza della copertura assicurativa su "ilportaledellautomobilista.it".

Insieme al preventivo vengono trasmesse le condizioni generali di assicurazione e le informative precontrattuali. In caso contrario, bisogna diffidare della proposta. Per eventuali dubbi o richieste di maggiori informazioni è disponibile IVASS al numero 800 486661.


Fonte: IsoMotori

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
cookie