21 Giugno 2021
News&Eventi

La Sabbiatura di veicoli industriali

Il nostro impianto con cabina di sabbiatura è stato aperto nel 2007 quando ci siamo trasferiti nella nuova sede di Via del Trebbio Nord a Santa Croce Sull’Arno .

Inizialmente l’impianto era stato progettato e utilizzato per effettuare sabbiature per i risanamenti di veicoli industriali, cassoni o attrezzature che necessitavano di riverniciatura.

Successivamente abbiamo aperto la possibilità di sabbiature a tutte quelle aziende che necessitano di lavorazioni inerenti a ripristini oppure costruttori di attrezzature industriali. Questa scelta è stata la svolta per l’impianto di sabbiatura che conta circa 600 ore di attività durante l’anno lavorativo.

I principali clienti che richiedono la lavorazione di sabbiatura sono aziende costruttrici di attrezzature industriali nel reparto della pelle, nel reparto degli impianti idrici ed elettrici, fabbri e lavorazione ferro in genere e aziende che effettuano ripristini di scocche di auto d’epoca e ripristini di attrezzatura industriale usata da revisionare, condotte, tubazioni e manufatti di carpenteria.

Il processo di sabbiatura comporta l’attivazione di un flusso di pulizia meccanica delle superfici metalliche allo scopo di rimuovere le sostanze estranee come calamina, ossidi metallici o vecchie pitture. Le superfici così lavorate sono pronte a ricevere le successive applicazioni.

Il nostro impianto di sabbiatura cabinato della PROTECH ha una lunghezza complessiva di 17 metri ed è predisposto per il trattamento in camera di sabbiatura di lavorati o semi lavorati in ferro e ghisa di ogni dimensione e grandezza, facilmente movimentabili con vari mezzi di sollevamento, quali merlo, carroponte, muletto e carrarmati.

La sabbiatura è un procedimento meccanico con il quale si erode la parte più superficiale di un materiale tramite l’abrasione dovuta ad un getto di sabbia ed aria.

La sabbiatura si divide in 3 classi di lavorazioni dette, Sa1, Sa2, Sa3:

  • Sa1 o spolverata: la superficie appare priva di residui estranei;
  • Sa2 o superficiale: la superficie si presenta perfettamente pulita e di colore uniforme;
  • Sa3 o incisione: la superficie perfettamente pulita presenta molteplici incisioni di colore uniforme, che in alcuni materiali (per esempio ferro) risultano lucide.

Nel caso di lamierati sottili se il processo di sabbiatura è l’unico metodo possibile per la sverniciatura, si utilizza la lavorazione Sa2, usando una graniglia morbida di natura non silicea (es. bicarbonato di sodio, polvere di quarzite, corindone o carburo silicio, ecc.).

La metodologia utilizzata nella sabbiatura, legata a differente graniglia, pressione, distanza dal supporto e inclinazione della postola, può differenziare il risultato, e quindi consentire il processo di sabbiatura, senza deformare irreparabilmente il lamierato o i componenti metallici da sabbiare.

La prerogativa importante è che il metallo raggiunga la massima pulizia.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]